Territorio, comunità locali e reti sociali

Questa sezione privilegia l’analisi dei fenomeni sociali in riferimento alla dimensione territoriale. Il territorio urbano, infatti, è un sistema sociale complesso che si configura come luogo in cui le comunità locali sono radicate, i cittadini trovano spazio e gli attori individuali e collettivi assumono centralità nell’indirizzare e guidare processi sociali, politici, economici e culturali. Esso è un luogo in constante definizione tra i livelli macro e micro, dove impulsi di rottura e cambiamento convivono con elementi di continuità e di persistenza: presenta così una natura dinamica, con cui diviene, allo stesso tempo, campo della ricerca e importante strumento analitico e interpretativo. Attraverso la dimensione territoriale, infatti, è possibile indagare molteplici aspetti: strategie di adattamento, pratiche e relazioni che gruppi sociali sviluppano e attivano, rapporti di potere, processi economici e mobilitazione di risorse, dinamiche di rigenerazione urbana e sociale, espressioni culturali e valoriali, politiche e conflitti. Pertanto, la call è aperta a contributi empirici sviluppati a partire dai contesti locali, che si muovono intorno a diversi approcci metodologici e in prospettiva multidisciplinare.

A titolo puramente esemplificativo vengono elencati di seguito alcuni possibili ambiti tematici:

• Rapporti di potere e governo del territorio

• Circuiti politici e rappresentanza

• Fenomeni mafiosi e criminalità organizzata

• Area grigia e corruzione

• Capitale sociale come risorsa territoriale

• Analisi dei reticoli sociali

• Civismo, associazionismo e movimenti locali

• Forme di partecipazione e spazio pubblico

• Processi di trasformazione e rigenerazione socio-urbana

• Sviluppo locale

• Sud e questione meridionale

• Lo spazio urbano tra esclusione e percorsi di integrazione

• Mobilità e accessibilità

• Questione ambientale

• Culture, valori, identità

• Rappresentazioni del territorio

• Contesti locali e crisi sanitaria

Si richiede un long abstract che contenga i presupposti teorici, la metodologia, i risultati e la loro interpretazione e discussione. Il long abstract non deve superare le 2000 parole, al netto di titolo e di bibliografia. Le proposte devono pervenire entro il 15 settembre 2020 ai coordinatori della sezione:

MARIA CHIARA CALÒ: mariachiara.calo@unina.it

FEDERICO ESPOSITO: federico.esposito2@unina.it

MARIA CAMILLA FRAUDATARIO: mariacamilla.fraudatario@unina.it

*NUOVA SCADENZA PER INVIO ABSTRACT: 1 OTTOBRE 2020

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: